Svezia in camper: tre intensi giorni di guida

SVEZIA IN CAMPER: TRE GIORNI INTENSI DI GUIDA

 

Dopo aver visitato la Casa di Babbo Natale a Rovaniemi abbiamo deciso di riprendere il nostro viaggio on the road in camper in quella stessa mattinata per avvicinarci il più possibile a Copenaghen.

Per questioni tempistiche legate sia alla riconsegna del camper, prevista il 19 agosto, sia al rientro a lavoro, era necessario fare una cernita delle cose da vedere. Purtroppo, visitare tutta la Svezia non poteva rientrare nei nostri piani; era il 12 agosto e dovevamo essere a Roma entro sei giorni. Il nostro obiettivo era quello di macinare più chilometri possibili così da attraversare la Svezia in camper in tre giorni. All’improvviso si era ripresentata la stessa sensazione che abbiamo provato all’inizio di questo viaggio on the road (cliccate qui per leggere il primo articolo); una corsa contro il tempo per raggiungere il porto di Hirtshals in Danimarca ed evitare di perdere il traghetto per Kristiansand. Questa volta, la corsa contro il tempo riguardava il nostro rientro a casa e rispettare la data di riconsegna del camper.

In questo articolo, elencheremo comunque alcune delle località che siamo riusciti a visitare, nonostante il poco tempo che avevamo a nostra disposizione.

 

SVEZIA IN CAMPER: DA ROVANIEMI A SUNDSVALL

Svezia in camper

Scorcio di un lago nella parte alta della Svezia.

Come abbiamo accennato sopra, abbiamo deciso di attraversare la Svezia in camper in tre giorni, così da guidare una media di 650/700 km al giorno.

La nostra prima tappa era Sundsvall, distante circa 780 km da Rovaniemi. Purtroppo non abbiamo incontrato tutti quei paesaggi che abbiamo visto in Norvegia (cliccate qui per leggere il nostro articolo su una delle formidabili giornate trascorse in Norvegia) e in Finlandia.

Da Rovaniemi abbiamo proseguito verso sud, lungo la E75, fino a raggiungere la località di Heikinjuntinperä; da qui, abbiamo proseguito verso ovest per poi attraversare il confine con la Svezia. Una volta raggiunta la località di Hapanara, situata proprio vicino al confine, abbiamo continuato a proseguire lungo la E4 per poi arrivare a Torë e svoltare sulla E10, strada che porta a sud del paese.

Per la prima volta, in 23 giorni, abbiamo accusato una forte stanchezza, derivante anche dalla monotonia della guida. Davanti a noi solo una lunga autostrada dritta e distese di pianure; inoltre, dovevamo mantenere una velocità di 100 km/h per non essere multati.

In realtà, quel giorno, non siamo nemmeno riusciti ad arrivare a destinazione. Mancavano ancora 80 km per arrivare Sundsvall. Stravolti dal viaggio, abbiamo pernottato in un’area di sosta lungo l’autostrada.

 

SUNDSVALL

Sundsvall è una piccola città che si affaccia sul Golfo di Botnia, che divide la Svezia dalla Finlandia. Nel 1888 venne devastata da un incendio e, da allora, gran parte degli edifici vennero costruiti in pietra. Il moderno centro cittadino si può visitare in mezza giornata. Buon cibo e relax sono assicurati.

Nonostante sia la quattordicesima città della Svezia per estensione, questa piccola cittadina presenta luoghi dove è possibile rilassarsi e godere della bellezza di molti paesaggi.

Passeggiare sul Sundsvallbron, il ponte di Sundsvall, è un’esperienza che merita di essere vissuta. Da questo ponte, che si trova proprio sulla E4, si può osservare il formidabile panorama su tutta la città e la baia.

 

LA TRAVERSATA DELLA SVEZIA IN CAMPER CONTINUA…

Svezia

Stoccolma di notte.

Attraversare la Svezia in camper non è stata assolutamente una passeggiata, considerando anche il fatto che abbiamo guidato costantemente, riservandoci pochissime soste. Tre giorni interminabili. La mattina seguente, dopo una breve sosta a Sundsvall, abbiamo continuato il nostro viaggio; abbiamo proseguito lungo la E4, costeggiando il Golfo di Botnia, e dopo circa 5 ore e 400 km di guida siamo giunti finalmente a Stoccolma. Purtroppo il tempo stringeva e non potevamo permetterci di vedere la capitale e trascorrere la notte per strada una terza volta: in Svezia i campeggi chiudono tutti alle 17/18; dovevamo assolutamente rifornire il camper e svuotare sia il serbatoio delle acque grigie sia quello delle acque nere (cliccate qui per leggere il nostro articolo su come affrontare un viaggio in camper). Inoltre, il camper cominciava a dare problemi: perdeva acqua e c’era un problema con l’olio dei freni (ogni tanto avvertivamo puzza di bruciato).

Attraversata Stoccolma, abbiamo proseguito lungo la E4 fino a raggiungere il piccolo paesino di Gränna. Anche stavolta non siamo riusciti a pernottare in un campeggio; ci siamo fermati in un grande parcheggio dove abbiamo incontrato altri camperisti. Per fortuna c’erano tutti i mezzi per rifornire il camper.

SVEZIA IN CAMPER: DIREZIONE MALMÖ

Obiettivo di questa giornata: raggiungere Copenaghen.

La nostra traversata della Svezia in camper stava giungendo al termine. È stato veramente un peccato non poterci fermare e ammirare i numerosi paesaggi naturali che il paese offre. Il tempo stringeva e la stanchezza della guida era ben visibile sui nostri volti. Dovevamo fare una pausa, e Copenaghen sarebbe stato il posto ideale per goderci una giornata rilassante. E poi volevamo assolutamente visitarla!

La mattina seguente abbiamo proseguito sempre lungo la E4, abbiamo attraversato la città di Jönköping e abbiamo continuato a guidare in direzione sud per altri 300 km; dopo 4 ore di viaggio abbiamo raggiunto Helsingborg. Da qui abbiamo preso la strada E6 fino a raggiungere, dopo circa 70 km, Malmö. Il passaggio in Svezia era finalmente terminato.

 

ØRESUNDSBRON E L’ARRIVO A COPENAGHEN

Oresund

Il ponte di Øresund visto da Malmo.

Stereo ad altissimo volume. Kickstart my heart dei Mötley Crüe. Riff di chitarra pazzeschi accompagnavano il nostro passaggio sull’Øresundsbron, il ponte che collega la Svezia alla Danimarca. Non vedevamo l’ora raggiungere Copenaghen.

L’Øresundsbron è il ponte strallato più lungo d’Europa, lungo 15,9 km.

Per attraversarlo in camper abbiamo pagato circa 900DKK (124€). La vista dal ponte è straordinaria!

Una volta attraversato Øresundsbron, dopo circa 50 km e un’ora di viaggio abbiamo raggiunto il DCU camping Absalon (per info sul campeggio cliccate qui).

La nostra visita a Copenaghen stava per cominciare.

 

Nel prossimo articolo, il nostro passaggio in Baviera!

2 Comments

  • Sabrina

    Salve, ho letto con molto interesse il vs viaggio in quanto lo sto organizzando più o meno anche io,ho trovato molti spunti…ma arriva alla fine sono rimasta in sospeso! mi potete inviare articolo su Copenaghen e Baviera?!!

    Grazie.
    Sabrina

    Febbraio 3, 2023 - 5:15 pm Reply
    • Diego D'Alessio

      Ciao Sabrina! Gli ultimi articoli sono in fase di revisione! La prossima settimana (mercoledì probabilmente) pubblicheremo la fine del nostro on the road! Siamo contenti che gli articoli ti siano serviti per avere degli spunti! La Scandinavia è strabiliante credimi e se hai bisogno di qualsiasi informazione siamo a disposizione!
      P.S. Fatti un’idea del periodo in cui vorresti partire e poi vedi i biglietti del traghetto Hirtshals – Kristiansand! Il nostro viaggio è stato organizzato in funzione di questo perchè purtroppo va prenotato con un po’ di anticipo.
      Un abbraccio!

      Febbraio 4, 2023 - 2:52 pm Reply

Leave A Comment

Your email address will not be published.

 


 

Seguici su